Sono tanti i motivi per cui ricordare il mai troppo compianto chitarrista dei Pantera Dimebag Darrell. Ovviamente, il motivo principale è l’enorme perdita e il conseguente vuoto che ha lasciato nel mondo del metal con la sua tragica dipartita. Ma se ci volessimo spostare sull’attualità, nonostante sia morto da quasi 10 anni, i motivi ci sarebbero tutti.
Innanzitutto il 20 agosto è il giorno del suo compleanno. O meglio: lo sarebbe stato, e per noi è un dovere morale parlarne. E poi la potenziale reunion: da chi è possibilista – Rex Brown, Phil Anselmo e l’amico fraterno Zakk Wylde che andrebbe a rilevarne il posto – a chi invece lo esclude in maniera categoria: il fratello di sangue Vinnie Paul.
Infine, il 2014 è anche l’anno del ventennale di “Far Beyond Driven“, il disco dei record. L’album che ha spinto i Pantera in prima posizione su Billboard al momento della sua uscita. Il full length che ha consegnato alla storia una band divenuta leggendaria, e sdoganato una volta di più il metal alle masse. Un platter che, a posteriori, ha avuto l’importanza di fronteggiare in un improbabile tête-à-tête il fenomeno “grunge“, ribattendo colpo su colpo a suon di power chord, assoli e linee vocali aggressive l’intimismo e l’introspezione di band che al tempo spopolavano. Far Beyond Driven diceva “no” al compromesso e vomitava groove, imponeva la sua strafottenza e la sua attitudine, trasudava metal da tutti i pori. Il fenomeno Pantera era legato a quell’alchimia, a oggi mai eguagliata, del quartetto Phil Anselmo-Rex Brown-Fratelli Abbott.
E nel giorno del suo compleanno vi chiediamo: sapete davvero tutto del mitico Dime? Si? No? Forse? Mettetevi alla prova: eccovi quelle dieci curiosità di cui magari sarete già a conoscenza, ma che in caso contrario vi diranno qualcosa in più sul mito di due intere generazioni.

10 – DA PICCOLO ERA FAN DEL COUNTRY
Il padre di Dimebag e Vinnie era un cantautore country e western, oltre che un produttore. Dime ha trascorso molto tempo a guardare suo padre in studio, il che gli è servito di ispirazione per la sua carriera artistica futura. Più tardi, messi da parte i Pantera, nasceranno i Rebel Meets Rebel: un ottimo esempio delle sue influenze country rock.

9 – LA CHITARRA NON È STATO IL SUO PRIMO STRUMENTO
Incredibile a dirsi, ma il primo strumento di Dimebag non fu la chitarra. Si innamorò della musica suonando la batteria come Vinnie. Quando ormai aveva appreso i rudimenti dello strumento, cominciò a suonare le sei corde e a cimentarsi sui riff dei Boston e dei Deep Purple. Nel 1981, Dime e Vinnie misero insieme i Pantera e di lì, affinando il sound di volta in volta, avrebbero infine creato il mito idolatrato da tanti.

8 – A DIME FU VIETATO DI PARTECIPARE A CONTEST PER CHITARRISTI
Dime è divenuto proprietario di due di quelle che sarebbero state le sue chitarre preferite in un giorno solo. Poco prima di una competizione musicale locale, il papà di Dime gli diede una Dean standard con finiture in ciliegio. Il chitarrista dei Pantera vinse la competizione e, poco dopo, gli fu vietato di partecipare a qualsiasi contest a causa della sua bravura. Dime vendette quella Dean con cui vinse il torneo a Buddy Blaze, che poi la customizzò con quel fulmine iconico che sappiamo poi essere divenuto uno dei marchi di fabbrica del celebre chitarrista.

7 – FU SEPOLTO CON UNA CHITARRA DI VAN HALEN
Dime è stato sepolto non solo con alcune bottiglie della sua amata Crown Royal, ma anche con una delle chitarre storiche di Van Halen. Eddie ha infatti offerto la sua originale Bumblebee Charvel del 1979 utilizzata per Van Halen II, perché «Dime era un chitarrista originale, e solo un uomo originale merita una chitarra che lo sia altrettanto».

6 – DURO FUORI, TENERO DENTRO
Nonostante il suo aspetto burbero, amici, fan e colleghi continuano a descriverlo come una persona dal cuore tenero. Un uomo genuino, dall’interiorità formidabile. Secondo il chitarrista degli Anthrax Scott Ian, «Una volta che ti sei bevuto una birra con Dime, sei diventato parte della sua famiglia allargata. Lui ha sempre messo famiglia e amici prima di tutto il resto e per lui erano tutti la stessa cosa: una famiglia allargata».

5 – ERA MEMBRO DELLA KISS ARMY
Dime avrà anche ispirato migliaia e migliaia di chitarristi sparsi per il globo, ma a sua volta era un appassionato ascoltatore di musica e a sua volta uno strenuo fan dei suoi gruppi preferiti. Le sue influenze erano tatuate sul petto e, tra queste, c’era l’autografo di Ace Frehley dei Kiss. Dime contribuì con la sua chitarra a due album in tributo allo Spaceman, nel corso degli anni.

4 – HA COLLABORATO ATTIVAMENTE SU GUITAR WORLD
Dimebag ha anche messo firma per la rivista Guitar World: ha offerto consulenza, pareri, consigli sullo strumento. Nel 2003, la serie di articoli che scrisse si trasformò in un libro intitolato ‘Guitar World Presents: Dimebag Darrell di Riffer Madness‘, in cui sono state raccolte tutte le colonne pubblicate da lui. In questi commenti, ovviamente, Darrell insegnò come si poteva ottenere il tipico sound dei Pantera. Oggi la collana è disponibile anche in DVD.

3 – HA RIPARATO LA STANLEY CUP PER AIUTARE I DALLAS STARS
Nel 1999, quando i Dallas Stars vinsero la Stanley Cup, Vinnie Paul organizzò una festa a casa sua per festeggiare l’evento. Al party parteciparono molti degli amici di Vinnie e Dime. Si dice che, a un certo punto della serata, un giocatore prese la Coppa, andò sul balcone e la lanciò direttamente in piscina sbagliando mira. Ovviamente, il trofeo si scheggiò e pare che Dime abbia provveduto ad aiutarli nella riparazione. Ovviamente, i membri dei Dallas Stars hanno sempre negato la vicenda.

2 – HA REALIZZATO LA BEVANDA UFFICIALE DEI PANTERA
Dime rientra nei credits per la realizzazione della bevanda ufficiale dei Pantera: la “Tooth Grin Black”. La bevanda conteneva Seagrams 7, il suo adorato Crown Royal e un tocco di Coca-Cola. Il nome, ovviamente, è stato preso in prestito dl testo del brano dei Megadeth: ‘Sweating Bullets.’

1 – È STATO ORGANIZZATO UN FESTIVAL IN SUO ONORE
L’amore che la compagna Rita Haney provava per lui era davvero profondo. Così sincero che, nel 2010, ha contribuito alla realizzazione di “Dimebash”, un mini festival in suo onore, durante il quale amici a parenti di Dime si ritrovarono insieme per celebrarne il ricordo. Al concerto vi furono jam session di all star del calibro di Dave Grohl, Lemmy Kilmister, Rob Zombie, Slipknot, Shinedown, Slayer e molti altri ancora.

Commenti

Commenti