7
Giudizio Complessivo "Buono"

Nato a Correggio, Giacomo Voli cresce a Reggio Emilia e conosce la passione per la musica attraverso il nonno Renato Bigi, cornista d’orchestra e insegnante per il conservatorio Achille Peri di Reggio Emilia.
Dopo gli anni di propedeutica scopre la passione per il canto all’età di 17 anni, facendo le prime esperienze con la classiche “garage bands”. In conseguenza del grande amore per la classica e la lirica, Giacomo cerca fin da subito di confrontarsi con i Queen, prendendo come primo esempio la voce del mitico Freddie Mercury.
Con gli anni si susseguono le occasioni di crescita, il cammino in vari gruppi, e così anche la frequentazione di insegnanti di canto privati. Si cimenta con l’hard rock, poi con l’AOR dei TOTO col tributo “Kings of Desire”, e dal 2007 ad oggi si avventura con i “California Jam”, tributo ai Deep Purple e agli anni‘70, coi quali affronta vocalità difficili e impara molto della “spontaneità” di quegli anni, liberando la chioma e la parte acuta della propria voce.
Nel 2012 diventa il cantante-showman per i “5150”, tributo ai mitici Van Halen, coi quali affronta il primo concerto all’estero e l’unione dell’intrattenimento con la buona musica. Negli anni affronta diversi provini importanti e concorsi canori, accumulando piccole e grandi soddisfazioni.
Dopo tanti concerti e tanta esperienza live, Giacomo Voli decide di concretizzare le proprie passioni, lavorando come insegnante di canto per diverse scuole private, e finalmente diventando autore e compositore di pezzi originali, spaziando dal rock all’elettronica, dall’rnb al funky, passando per il pop.
Dopo aver conquistato il secondo posto a “The Voice Of Italy 2014”, ma considerato vincitore per le migliaia di fans su Facebook, Twitter e Youtube, Giacomo non perde tempo e con grande spirito promuove la propria musica, mettendosi in gioco come autore della musica e dei testi delle proprie canzoni.
Con “Il Vento Canterà”, primo singolo estratto dal suo primo lavoro, conquista il primo posto nella classifica “Rock” di Amazon Italia, confermando quanto sia forte la voglia di questo genere anche tra gli Italiani.
Primo di 4 inediti, che sono racchiusi nell’EP ‘Ancora Nell’Ombra‘ (2015), “Il Vento Canterà” si è dimostrato un brano senza compromessi con le regole radiofoniche italiane. Basato sui riff potenti interpretati dal chitarrista Riccardo Bacchi, scanditi dalla ritmica decisa del batterista Demis Castellari e del bassita Federico Festa, infine impreziositi dalle tastiere di Mattia Rubizzi (responsabile anche del mixaggio) il brano è naturalmente incentrato sulla voce di Giacomo Voli, che scommette senza paura sulle possibilità della lingua italiana sopra sonorità tipicamente inglesi e americane.
E dopo questo antipasto, non resta che scoprire la portata principale, ‘Ancora Nell’Ombra’.
Nato grazie alla forza di volontà di Giacomo e dei musicisti che attualmente lo supportano, ‘Ancora Nell’Ombra’ è stato realizzato anche con la generosità di molti fan che hanno contribuito economicamente in sordina.
L’idea principale che segue questo prodotto è quella di rilanciare l’idea di rock in lingua Italiana, grazie ad un sound deciso (nonostante la produzione home-made) e che mira a rendere importante anche la musica oltre che la voce. Essendo il primo sforzo di Giacomo e della sua band non è rappresentativo di tutto ciò che col tempo nascerà da questo progetto, ma è sicuramente vario.
Quest’esordio discografico, si apre con il singolo “Il Vento Canterà”, ispirato alle sonorità dei Black Stone Cherry e degli Alter Bridge. Quello che appare subito evidente, sono le doti vocali di Giacomo e la già collaudata professionalità del comparto strumentale.
La seconda traccia è “La Fenice”, un brano cupo che richiama i Muse e gli Skunk Anansie (soprattutto nella scelta delle linee vocali) con un po’ di elettronica e un’accordatura di chitarra molto grave.
Si continua con “Un Capitale”. Brano che parla dei vizi e delle tentazioni, classico brano Hard Rock che richiama Audioslave e gli anni ’80 e ’90. Una canzone dagli echi musicali molto hard & heavy.
La quarta canzone dell’album è “Ridi Nel Tuo Caffè” è il brano più melodico, che segue la tradizione discografica tipica degli anni ’80, dopo tre brani veloci, taglienti e “duri”, arriva la ballata. In questo caso, ballata, che si può definire “pop-oriented”.
Al quinto posto l’attesissima cover di “Impressioni Di Settembre” della PFM in versione integrale, brano che è stato molto apprezzato dal pubblico quando Giacomo ne ha dato la propria interpretazione a “The Voice Of Italy 2014”. L’ennesima interpretazione di un brano conosciutissimo. Una “cover” interpretata in maniera originale, che crea echi prog-rock settantiani, mescolati con un pizzico di hard-rock anni ’80. Immancabile l’assolo del sintetizzatore.
Per finire ci riposiamo le orecchie con la bellissima “Can’t Find My Way Home” di Steve Winwood. Un brano chitarra-voce molto conosciuto e pluri-coverizzato, ma che non smetterà mai di essere attuale e di descrivere la ricerca della propria strada.

Giacomo sta cercando la sua, e spera con ‘Ancora Nell’Ombra’ di poter trovare la fiducia sia dei fan che delle case di produzione per realizzare in futuro un disco, con musica e testi ancora più ricercati.

TRACKLIST:

  1. Il Vento canterà
  2. La Fenice
  3. Un Capitale
  4. Ridi nel tuo caffè
  5. Impressioni Di Settembre
  6. Can’t Find My Way Home

 

LINE-UP:
Giacomo Voli – Voce;
Riccardo Bacchi – Chitarre;
Demis Castellari – Batteria;
Federico Festa – Basso;
Mattia Rubizzi – Tastiere.

WEB:
OFFICIAL WEB-SITE: www.giacomovoli.net
FACEBOOK: www.facebook.com/giacomovolijoker /
YOUTUBE: www.youtube.com/giacomovvoli
ATOMIC STUFF: www.atomicstuff.com/giacomovoli.html
MANAGEMENT\BOOKING: Mercury Music, telefono 3394901839; email mercurymusic230@yahoo.it

Commenti

Commenti