7
Giudizio Complessivo "Buono"

Primo EP per il chitarrista Bruno Cavicchini.

Il mese di maggio segna una svolta importante per la sua carriera artistica. Bruno, infatti, viene contattato dall’etichetta discografica italiana VIDEORADIO per la firma di un contratto per la pubblicazione e la distribuzione di OVERTONES.

Il suo stile è un composto generato da innumerevoli influenze che lo hanno accompagnato fin da piccolo. Inizia, infatti, ad avere un primo serio approccio con la musica già all’età di 8 anni attraverso lo studio della chitarra classica per poi proseguire la sua formazione recependo nozioni di blues e jazz. Ma la sua indole è decisamente più propensa per il rock e il suo primo EP lo testimonia.

bruno cavecchini 4I  6 brani contenuti – per lo più strumentali – scaturiscono da un’esperienza ventennale che consente a Bruno di creare uno stile proprio e non etichettabile.

Proprio per questo, riesce ad attrarre una vasta categoria di ascoltatori che hanno soprattutto, come comune denominatore, la passione per una musica che unisce qualità e classe.

Eleganza, melodia e rock trasudano dai suoi fraseggi mai banali, caldi, e leggermente taglienti che solo una Fender Stratocaster sa regalare.

Tra i brani migliori una nota particolare va alla  dolcissima “Here And Beyond” e alla rockeggiante “Floating Moons”. In “Hazy Days”, invece, possiamo apprezzare anche le doti vocali di Danilo Galgano.

bruno cavecchini 2

Il suo tocco è un connubio di melodia e vivacità e racchiude in sé incanto e magia. Un artista versatile capace di trasmettere emozioni forti con estrema semplicità.

Ascoltarlo è come “cavalcare” un’onda che ti trasporta con dolcezza verso splendidi luoghi che la fantasia di chi ascolta è portata a creare.

Commenti

Commenti