8
Giudizio Complessivo "Eccellente"

È uscito proprio in questi giorni il secondo album solista di Steve Foglia.

Steve Foglia è il batterista della band Jennifer Scream dal 2007, la band è stata in tour con artisti del calibro di Hardcore Superstar, Glenn Hughes, Pretty Boy Floyd, i nostrani Linea 77, Adam Bomb e Michael Monroe. Il loro secondo album album vede la partecipazione di Thomas Silver (chitarrista degli Hardcore Superstar) come special-guest.

Revenge - steve fogliaNel 2011, Steve inizia la sua carriera solista pubblicando l’album “Revenge”, un concept-album basato sulla leggenda di “Angst”, un famoso hotel che giace in sato di totale abbandono in Liguria, vicino al confine francese. Insieme a Steve, in questo suo esordio discografico senza i Jennifer Scream, hanno collaborato Mike Vescera (cantante che ha collaborato con Yngwie Malmsteen e I Loudness) e il già citato Adam Bomb.
Questo primo lavoro, ha raccolto subito recensioni positive in tutto il mondo ed è stato supportato da un’intensa attività di promozione live.

Steve in wonderlandL’album che recensiamo su queste pagine, invece, è il secondo album solista di Steve Foglia: “Steve In Wonderland”.
Composto di 11 tracce di puro hard rock dagli echi ‘settantiani’ e ‘ottantiani’.
L’album è stato composto a partire dal 2012 per quanto riguarda la musica e i testi; mentre è da Aprile dell’anno successive, che il disco è approdato in studio di registrazione.
Il filo conduttore del progetto, ruota attorno alla “Wonderland” personale di Steve, un mondo immaginario costruito sulle sue memorie e riflessioni.
I musicisti chiamati a partecipare a questo progetto sono: Johnny Idol alla voce, Federico Mineva e Daniele Arieta alle chitarre, Edoardo Tavanti alle tastiere, Maurizio Dedoni al basso (già bassista di Alessio Menconi) e, naturalmente, Steve Foglia alla batteria e alle percussioni.
L’album si apre con il brano “Fight For Justice”, cantata da una guest-star di tutto rispetto, Blaze Bayley, cantante degli Iron Maiden tra il 1994 e il 1999 (per chi non lo sapesse). La canzone è introdotta da un ritmo quasi marziale di batteria seguito da un riff delicato di tastiera per poi lasciare il posto a ritmi più cadenzati, ritmici ed elettrici.
Secondo traccia dell’album “Few Days To The End”, introdotta da un’efficace riff di chitarra e tastiera. Ottima la prova vocale di Johnny Idol. Azzecatissimi gli assoli di chitarra.
Segue “Number. Rimandi NWOBHM, voce ispirata, ritmica ben costruita e grande lavoro chitarristico rendono il pezzo orecchiabile ed immediato.
Quarta canzone, “Wrong Hole”. Hard rock che riporta alla mente le gesta di una band leggendaria che risponde al nome di Deep Purple.
L’assolo di chitarra del brano è di Zantolo, chitarrista della band glam-rock francese Rakel Traxx e vede la partecipazione di Simone “Seth” Borsellini (cantante delle band Sfregio e Fumonero). alla voce
Ancora echi degli anni d’oro del rock duro, li ritroviamo nella quinta canzone in scaletta: “Love’s Gate”.
La sesta traccia, la più lunga dell’album (ben 8 minuti!), è “Walking In Wonderland”, dove alla voce, insieme a Johnny, troviamo Francesca Foglia (la cui voce ritroveremo nella canzone “Enemy’s Collection”).
Si tratta del brano più articolato dal punto di vista musicale. Sostenuto da un godibilissimo lavoro di tastiere. Il tutto impreziosito da un sottofondo sinfonico che da quel piacevole tocco sognante ad una canzone ben riuscita, dove non manca la componente elettrica apprezzata nei brani precedenti.
La settima traccia dell’album, è rappresentata da una cover, pilastro della storia della musica Americana degli anni ’70 ad opera dei Grand Funk Railroad, “We’re An American Band”. Una cover realizzata con grande rispetto e professionalità dagli artisti in campo.
Si ritorna al hard-rock di matrice ottantiana con I tre brani che portano alla chiusura dell’album: “Club 27” (se a leggere questo titolo vi è venuto in mente il triste club che ospita gli indimenticabili Jim Morrison, Brian Jones, Janis Joplin, Jimi Hendrix e Amy Winehouse non preoccupatevi… è normale), “Children’s Eyes” e “Enemy Inside” (da notare le variazioni in campo metal che troverete nella parte central del pezzo).
A chiusura di questo travolgente disco, troviamo “Eternal Last Day”. Atmosfere taglienti e grande energia.

Un paio di curiosità: Steve fa parte anche di due cover-band piuttosto note. Gli HOT LEVEL insieme a Davide Dellantonio (voce e chitarra), Fabrizio Bonanno (chitarra) e Stefano Valentini (basso), con cui esegue canzoni di Rolling Stones, Eric Clapton, Prince, Clash, Beatles, Dobbie Brothers, Joe Cocker eccetera. I FATA MORGANA insieme a Alex Delbecchi (voce), Fabio Bochicchio (chitarra) e Max Viale (basso) con cui esegue canzoni dei Litfiba.

Web:
http://www.stevefoglia.com
http://www.atomicstuff.com/stevefoglia.html
Pagina Facebook

Contacts:
stevefoglia@gmail.com
promotion@atomicstuff.com

Commenti

Commenti