9.5
Giudizio Complessivo "Ottimo"

“Tutto il mondo è un teatro e tutti gli uomini e le donne non sono che attori: essi hanno le loro uscite e le loro entrate; e una stessa persona, nella sua vita, rappresenta diverse parti.”

William Shakespeare

 

Cosa accadrebbe se le parti più nascoste del nostro essere venissero a galla e incontrassero la maschera che abbiamo indossato per anni?
L’essere umano è uno e centomila, è contraddittorio e molteplice, e in questo caso parla con tre differenti voci: una è ufficiale, apparentemente dolce e innocente, le altre due sono oscure, mostruose e provengono dagli abissi più profondi dell’anima, sputando violenza.

Ma spesso l’apparenza inganna…

Ogni cosa qui è allegorica e ambigua, le tematiche sono introspettive, si cerca l’essenza dell’essere umano e i suoi segreti più oscuri, in un viaggio senza ritorno dove la musica ci accompagna senza limiti o confini, semplicemente scorre libera e inarrestabile, scuotendo le viscere degli ascoltatori.

Così, si presenta a noi, direttamente dall’Underground del Nord Italia, una nuova creatura musicale, pronta a stupire noi e tutto il panorama metal.

ideogram_bandOpera, Kabuki, Grand Guignol, Absurd, Mime… questi sono i nomi dietro i quali si celano i suoi componenti.

IDEOGRAM, questo è il nome della band…

“RISE THE CURTAIN”, questo è il nome del suo primo demo (2013).

Un disco dove musica metal, musica operistica e ricerche sperimentali si fondo fino a creare un sound molto potente e variegato che coinvolge l’ascoltatore già dal primo ascolto, con melodie che catturano l’attenzione. Un disco dove i suoi componenti mettono in scena uno spettacolo teatrale originale e raffinato, fatto di musica perfettamente eseguita e di testi che affascinano e allo stesso tempo spingono alla riflessione, dove ogni componente della band interpreta la propria parte con perizia seguendo minuziosamente il copione e mettendo ben a fuoco il proprio personaggio.

“Rise…” appare come un concept album ben definito, dove le cinque tracce che lo compongono delineano ognuna una storia ben precisa, un spettacolo teatrale in piena regola.

Una breve introduzione, Which Role Will You Play Today? e lo spettacolo può avere inizio: Evil, Theater Of The Absurd, Silently, Mirror quattro solide canzoni, dove la cifra stilistica della band si fa sentire in tutta la sua esuberanza, andando ben oltre quelli che sono i gruppi che sicuramente hanno ispirato la band. Benché all’interno del disco si possano sentire echi di Nightwish (quelli con Tarja per intenderci), Dark Tranquillity o Dimmu Borgir, le trame che gli Ideogram riescono a tessere nel loro lavoro, attraverso fraseggi delicati e repentine sfuriate, rivelano la grande ed esuberante creatività del gruppo, che nulla ha da invidiare a nomi più blasonati come quelli appena citati.

Un ottimo lavoro dal quale si evince tecnica e professionalità.

Se questo è il punto di partenza, non resta che aspettare il primo LP ufficiale del gruppo, che, visto le premesse, sarà sicuramente un capolavoro!
CONTACTS:
SITE: http://www.ideogram.it/
YOU TUBE: http://www.youtube.com/user/IdeogramBand
TWITTER: http://twitter.com/Ideogram_Metal
BANDCAMP: http://ideogram.bandcamp.com/
SOUNDCLOUD: https://soundcloud.com/ideogram

Commenti

Commenti