7
Giudizio Complessivo "Buono"

I Mortal Violence sono un progetto Thrash / Death Metal nato a Verona dalle ceneri di precedente progetto nominato Hell Break. Dopo l’entrata del batterista Tommaso, la band cambiò nome nell’attuale Mortal Violence. Nell’estate del 2017 il gruppo si trova in un momento di difficoltà a causa di vari cambi di chitarristi e vari problemi di incomprensione tra i componenti. Dopo mesi di inattività forzata e vari musicisti in prova, la band trova stabilità con l’arrivo di Michele alla chitarra e Daniele alla batteria. Dopo un po’ di tempo e a causa di vari problemi Michele si trova costretto a lasciare la band che decide di continuare come trio: Rick alla chitarra e alla voce, Irene al basso e Daniele alla batteria.

Con questa formazione la band pubblica il suo primo EP (auto-prodotto) intitolato “Pretending To Know“, composto da quattro tracce e improntato verso il Thrash / Death Metal più istintivo e diretto. Starter affidato alla title-track di questo Demo; una traccia composta da una ritmica basso-batteria netta e precisa in appoggio a un riffing al limite della distorsione, sporco e graffiato su vocals cavernose e rapide negli interventi. Un arrangiamento minimale, lineare e senza guizzi particolari, giocato a favore della “cattiveria” sonora più istintiva. Soluzione sonora che prosegue senza ripensamenti anche nella successiva “Apathy“, dove i patterns di batteria e i riffs si fanno più articolati e l’aggiunta di soli aperti rendono il brano più interessante e più colorato, meno lineare e prevedibile. Gioco che prosegue in “Malevolent Ascent” creando un filo conduttore tra i brani e rimettendo l’accento sulla velocità più sanguigna e il libero sfogo degli istinti più primitivi, dando vita ad un Thrash / Death marcio e animalesco, senza scadere nell’ovvio e fregiandosi di alcuni passaggi più lenti e cadenzati che creano il giusto momento di respiro. Conclusione all’insegna della somma totale del sound di questo Demo per “Human’s Penality”. Pezzo furioso, diretto, veloce, distorto in parti uguali, senza prevaricazioni o incursioni sperimentali che sfruttino altri stili.

Esordio di buona fattura per il trio veronese il quale dimostra di conoscere nella maniera migliore gli stili sui quali basa la sua proposta musicale, ponendo l’attenzione sulla propria impronta senza cedere alla “zona sicura” del riproporre un suono facilmente riconducibile ai pezzi di gruppi blasonati.

TRACKLIST:

  1. Pretending To Know
  2. Apathy
  3. Malevolent Ascent
  4. Human’s Penality

LINE-UP:

Rick – Guitar / Vocals

Irene – Bass

Daniele – Drum

WEB:

Facebook

Soundcloud

YouTube

Commenti

Commenti