Bill Ward: aggiornamenti sul contenzioso coi Black Sabbath

Lo storico batterista dei Black SabbathBill Ward, ha postato un aggiornamento sulla vicenda che lo vede in contrapposizione con il gruppo per la questione legata al suo contratto di ingaggio:

Cari fan dei Sabbath,
desidero che voi sappiate come stanno le cose dal mio punto di vista a oggi, venerdì 17 febbraio 2012.
Come scritto nella mia dichiarazione dello scorso 2 febbraio 2012, non ho rifiutato di partecipare al tour e alla composizione dell’album dei sabbath: alla prima occasione mi sono preparato per partire per il Regno Unito a registrare e, più tardi, andare in tour con la band.
La settimana scorsa abbiamo inviato delle ulteriori indicazioni agli avvocati incaricati di raggiungere un accordo e in questo momento stiamo ancora aspettando di avere risposte. Per quel che mi riguarda però, continuo a essere fiducioso sul fatto che la vicenda si risolva positivamente e arrivi un contratto firmabile.
Voglio comunque ringraziare tutti coloro che mi han dato voce e hanno inviato le loro opinioni, consigli e supporto attraverso tutti i canali, anche i portali più moderni. Faccio un plauso alla reazione che avete avuto in tutto il mondo in supporto alla formazione originale e, per quello che mi riguarda, il vostro intento e la vostra verità sarà sempre rispettata.
Mentre esprimete liberamente le vostre opioni però, ricordatevi che Tony, Ozzy e Geezer restano amici di lunga data e non posso condividere i commenti scritti con l’intento di denigrare loro o chi rappresentano.
Grazie a voi tutti, siete davvero fenomenali.
Stay safe, stay strong.

Bill Ward

We Rock \m/ powered by Avalon

Commenti

Commenti

About Redazione

Redazione
Classe 1980, da sempre amante della buona Musica, musicalmente è cresciuto ascoltando il Rock italiano prima (galeotti furono i Litfiba) e il Dark/Gothic Metal dopo, per finire all'Indie e al Rock classico. Animo ribelle e Rock, si “droga” di Musica e non rifiuta mai una birra. È possibile contattarlo a questo indirizzo email: nino@we-rock.info

Lascia un commento