Dave Grohl: “I talent omologano invece di incoraggiare a essere se stessi”

Dave Grohl ha ripetuto in più interviste di tenere in maggiore considerazione l’estro e la personalità di un artista piuttosto che la professionalità e il rigore tecnico. Per questo motivo il vocalist si è scagliato in dure dichiarazioni contro i talent show e i relativi giudici. “Penso che le persone debbano essere incoraggiate a essere se stesse. Per questo do di matto quando vedo i concorrenti dei talent giudicati così severamente da dei fottuti musicisti che a malapena suonano uno strumento nei loro dannatissimi album. È una cosa che mi manda in bestia.”

Sui criteri di scelta adottati dai giudici: “…così alla fine tutti sembrano Christina Aguilera. La prossima volta che uno vi dice che non siete dei bravi cantanti rispondente ‘vaffanculo’. Una volta ho intervistato Neil Young e mi ha detto che qualcuno nella sua band una volta gli disse ‘questo gruppo è davvero grande, ma tu non dovresti essere il cantante’. Se Neil Young avesse dato retta a questa persona non avremmo mai avuto un Neil Young. Giuro su Dio che se mia figlia salisse mai su un palco e qualche fottuto milionario la guardasse in faccia dicendole ‘No, mi dispiace, non vali niente’ li strangolerei tutti. Chi siete voi per decidere cosa va bene e cosa no?”.

Commenti

Commenti

About Redazione

Redazione
Classe 1980, da sempre amante della buona Musica, musicalmente è cresciuto ascoltando il Rock italiano prima (galeotti furono i Litfiba) e il Dark/Gothic Metal dopo, per finire all'Indie e al Rock classico. Animo ribelle e Rock, si “droga” di Musica e non rifiuta mai una birra. È possibile contattarlo a questo indirizzo email: nino@we-rock.info

Lascia un commento