David Crosby, il ‘sopravvissuto’ del rock

Nato a Los Angeles il 14 agosto del 1941, David Van Cortlandt Crosby festeggia oggi 79 anni.

Baffoni (diventati bianchi col tempo) e quel berretto ormai sono due veri e propri tratti distintivi di quello che possiamo considerare a tutti gli effetti una leggenda della musica americana.

Figlio del premio oscar Floyd Crosby, fin da giovane si appassiona alla musica e ne mostra il suo talento.

Nel 1964 entra nei Jet Set, che da lì a poco cambiano il nome e diventano i The Byrds. Ottenuta una demo di Mr. Tamburine Man, Crosby ne realizza una sua versione assieme ai The Byrds che in poco tempo diventa un successo raggiungendo la prima posizione nelle classifiche USA.

Nel 1967, dopo l’incontro con Stephen Stills e Graham Nash, abbandona i The Byrds e inizia una collaborazione che lo porta a fondare il collettivo “Crosby, Still e Nash”, a cui qualche tempo dopo si aggiunge anche Neil Young.

Negli anni ‘70 attraversa un momento difficile che lo porta ad abusare anche di droghe ed alcol e anche a causa di questo il collettivo Crosby, Still, Nash & Young si prende una pausa fino al 1973, per poi proseguire ancora per qualche anno tra alti e bassi.

Nel 1971 inizia invece la sua carriera da solista, con l’album If I Could Only Remember My Name che vede, tra gli altri, la partecipazione di Graham Nash, Neil Young, Joni Mitchell, Santana e alcuni membri dei Jefferson Airplane e dei Grateful Dead.

Sai che…:
• Ha un figlio, James Raymond, nato nel 1962, che però non si senti di crescere e fu dato in adozione. Molto anni dopo si è riunito al figlio ed oggi è uno dei suoi collaboratori più stretti.
• Crosby ha anche altri 3 figli: Erika (dalla fidanzata Jackie Guthrie), Donovan (da Debbie Donovan) e Django, l’unico avuto dalla moglie Jan.
• Ha donato il proprio seme per i figli di Melissa Etherdge e Julie Cypher, nati tramite inseminazione artificiale.
• Suo fratello Ethan, che gli insegnò a suonare la chitarra, è morto suicida nel 1997.
• Prima di diventare un musicista affermato ha frequentato una scuola di arte drammatica.
• Ha firmato lo storico brano Wooden Ships dei Jefferson Airplane.
• L’Osservatore Romano, quotidiano ufficiale del Vaticano, nel 2010 ha inserito il suo primo album solista al secondo posto tra gli album più meritevoli di tutti i tempi (al primo posto ci sono i Beatles con Revolver). 
• È stato inserito due volte nella Rock and Roll Hall of Fame: sia coi The Byrds che con Crosby, Stills, Nash & Young.
• È sempre stato impegnato in politica, non nascondendo mai le sue simpatie per la sinistra.

Commenti

Commenti

About Redazione

Redazione
Classe 1980, da sempre amante della buona Musica, musicalmente è cresciuto ascoltando il Rock italiano prima (galeotti furono i Litfiba) e il Dark/Gothic Metal dopo, per finire all'Indie e al Rock classico. Animo ribelle e Rock, si “droga” di Musica e non rifiuta mai una birra. È possibile contattarlo a questo indirizzo email: nino@we-rock.info