Fight – L’esordio dei Partenopei ReD RioT

Foto 4ReD RioT sono una Thrashin’ Sleaze-Metal band Italiana, originaria di Napoli.

foto 1Il gruppo, si forma a fine 2013 per iniziativa di Lexy Riot (basso) e JJ Riot (chitarra) dopo aver lasciato la loro precedente band.
Trovano in poco tempo Be/eR alla batteria e Max Power alla chitarra.

Iniziano a comporre musica propria e ad Aprile 2014 si aggiunge alla voce Oz’y Jack, che lascia dopo un anno.

Foto 5A Maggio 2015 entra in formazione Alpha Red come nuovo cantante e il 25 Giugno 2016, la band, rilascia il primo EP “Fight“.

Il 26 Luglio di quest’anno, i ReD RioT, si esibiscono live sul mainstage del Volcano Rock Fest con band come DGM, Hangarvain, Kaledon e Giacomo Voli e i Teodasia.

L’EP d’esordio del gruppo, “Fight” è composto da tre tracce, all’interno delle quali, è già possibile individuare lo stile compositivo del gruppo ed è anche possibile percepirne l’alto tasso adrenalinico che il gruppo è sicuramente in grado di liberare in sede live.

Foto 6Apertura affidata all’title-track, “Fight“. Al grido di “It’ s hard to live through blood and lies, but after all we fight, fight, fight!“, il gruppo partenopeo lascia subito libero sfogo a tutta la carica energica di cui si compone il sound di questo debutto. Volendo etichettare lo stile della band, potremmo definirlo Street-Metal, con venature Sleaze ed echi Thrash (come il gruppo stesso definisce il suo stile: Thrashin’ Sleaze-Metal). Un sound che catapulta immediatamente negli anni ’80, all’epoca d’oro del Metal. I rimandi a band cardine del genere Sleaze come Skid Row e Mötley Crüe e del Thrash come Megadeth e i primi Metallica (“Kill ‘Em All“), si possono facilmente percepire all’interno di questa prima canzone, sia per quanto riguarda il guitar-working, quindi nella durezza dei riffs e nella velocità degli assoli, sia per quanto riguarda la ritmica di basso e batteria, sia per lo stile vocale. Un’apertura perfettamente riuscita, convincente e coinvolgente. Le capacità tecniche di questi ragazzi, non hanno nulla da invidiare a gruppi più blasonati ed “esperti”, che, nonostante echi e rimandi, suona fresca e personale. La verve del gruppo è palpabile ad ogni nota di questa prima canzone, immediata e facilmente memorizzabile.

Foto 2Squealers“, seconda traccia in scaletta. Una traccia che ricorda da vicino sia Motörhead che i Quiet Riot, ricalcandone alcune soluzioni per quanto riguarda chitarre e ritmica. Un connubio tra Thrash old-school e Punk N’ Roll, con qualche vena NWOBHM che si nasconde tra le pieghe dell’arrangiamento. Un pezzo che rivela già una certa maturità artistica e dimostra come il gruppo, nonostante sia appena giunto al suo debutto ufficiale, abbia già le carte in regola per ritagliarsi il suo spazio all’interno del sempre più vasto Panorama Metal, non solo underground. Tutti gli elementi che compongono questa seconda canzone sono ben amalgamati tra loro, nessuno strumento prevarica sugli altri e ogni singola “voce”, dal basso, alla batteria alle chitarre, si può facilmente distinguere e apprezzare all’interno potente muro sonoro che questi ragazzi sono in grado di sprigionare. Interessanti le linee vocali, che a tratti, aggiungono qualche piccolo elemento vicino all’Extreme-Metal, che ben si sposa con lo stile principale del cantato, pulito ma con il giusto graffio.

Foto 3Chiusura affidata alla terza ed ultima traccia, “Who We Are“. A differenza dei precedenti, in questa canzone di chiusura, i ReD RioT, optano per un’impronta stilistica che miscela Crossover e Groove-Metal, creando quindi un mix tra Rage Against The Machine e Pantera. Un’unione interessante, che infonde al brano ancor più energia e carattere. Non vengono ovviamente tralasciati gli elementi che avevano costituito le basi delle due canzoni precedenti, quindi restano presenti anche Sleaze, Thrash, Speed ed echi NWOBHM, ma fungono solo da arricchimento ai due stili dominanti. Anche in questo caso, ci troviamo di fronte ad una canzone dalla presa immediata, che convince dopo solo due note, che spinge ad ascoltarla più e più volte senza mai stancarsene (come per le precedenti) e che viene facilmente memorizzata.

Un esordio perfettamente riuscito, che ci regala una band dal tiro deciso e dal piglio immediato. Nonostante la giovane età, questi ragazzi si dimostrano subito all’altezza del percorso intrapreso, dando vita a tre canzoni che rivelano subito la maturità del gruppo, sia a livello compositivo e strumentale sia a livello di songwriting, anche se i testi sono immediati e facilmente memorizzabili, non sono assolutamente banali e dimostrano un alto livello di conoscenza dei temi trattati. Questo primo EP, contiene già tutti gli elementi che potranno permettere al gruppo, come accennavamo poco fa, di ritagliarsi il giusto e dovuto spazio nel Panorama Metal odierno.

No pain, means no gain, we fight! Fight! Fight! Fight!

Red RioT_logoTRACKLIST:

01. Fight
02. Squealers
03. Who We Are

LINE UP:

Alpha Red- Voce
Max Power- Chitarra
JJ Riot- Chitarra
Lex Riot- Basso
Be/eR- Batteria

WEB:
Facebook: https://www.facebook.com/ReDRioTofficial/
Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCxvGtw6Wy6jck07BKbaeEsQ
Instagram: redriot_official
Youtube “Fight”: https://www.youtube.com/watch?v=MabsrUnRh38

Commenti

Commenti

About Daniele Vasco

Daniele Vasco
È possibile contattarlo al seguente indirizzo email: daniele@we-rock.info