Apple: al lavoro sull’audio HD

Alla convention D: Dive Into Media di Dana Point (California), circa un mese fa, Neil Young aveva reiterato le sue critiche ai sistemi di riproduzione audio correnti, rivelando di avere discusso con Steve Jobs della possibilità di mettere in commercio file digitali ad alta definizione. «Dalla sua morte non è più successo granché», concluse allora il musicista canadese, ma sembra che le cose non stiano così: secondo un’indiscrezione raccolta e pubblicata dal quotidiano inglese Guardian, infatti, Apple starebbe effettivamente sviluppando un nuovo formato audio “flessibile” (“adaptive streaming” è il termine usato dal giornale) destinato ad essere impiegato dagli utenti del servizio iTunes Match, che consente di trasferire sulla “music cloud” la propria collezione di file digitali. Il sistema permetterebbe di scaricare musica in qualità HD sugli iPhone, iPad e iPod Touch commercializzati dalla società di Cupertino, mentre per l’ascolto in streaming sulla “nuvola” si ricorrerebbe a una riproduzione di qualità inferiore. Il tasso di compressione dei file verrebbe adattato automaticamente dal programma in funzione della memoria e della larghezza di banda disponibile: «Improvvisamente, tutta la vostra collezione musicale su iTunes sarà in HD invece che in AAC», ha spiegato al Guardian la sua fonte anonima. «Gli utenti non dovranno toccare nulla: la loro library migliorerà all’istante».
La Apple, come sempre, si è limitata a replicare che la società «non commenta indiscrezioni e speculazioni»: ma sembra che il sogno di Neil Young di avere un formato digitale per smartphone, tablet e lettori Mp3 di qualità paragonabile a quella del vinile analogico possa effettivamente diventare realtà.  

Commenti

Commenti

About Redazione

Redazione
Classe 1980, da sempre amante della buona Musica, musicalmente è cresciuto ascoltando il Rock italiano prima (galeotti furono i Litfiba) e il Dark/Gothic Metal dopo, per finire all'Indie e al Rock classico. Animo ribelle e Rock, si “droga” di Musica e non rifiuta mai una birra. È possibile contattarlo a questo indirizzo email: nino@we-rock.info

Lascia un commento