Giulio Casale: esce "Dalla parte del torto"

Giulio Casale torna sulla scena rock con “Dalla parte del torto” (Bolletino Edizioni Musicali / Novunque), il nuovo disco di inediti in uscita il 28 febbraio, che presenterà dal vivo con un instore tour nelle Fnac e quattro concerti nei live club.
Queste le date nelle Fnac: il 28 febbraio a Milano, il 29 febbraio a Firenze, il 6 marzo a Verona e l’8 marzo a Torino. Durante l’esibizione del rocker trevigiano verrà proiettato un video con il backstage della registrazione dell’album.
Queste le date dei concerti nei live club:
– il 2 marzo al New Age di Roncade (TV)
– il 7 marzo alla Salumeria della Musica di Milano
– il 9 marzo al Mattatoio n.5 di Montepulciano (SI)
– il 10 marzo al Triade live pub di Lecce

In queste occasioni Giulio Casale (voce e chitarra elettrica) sarà accompagnato da Lorenzo Corti (chitarre elettriche), Pier Ballarin (tastiere e campioni), Giovanni Ferrario (basso elettrico), Nicola “Accio” Ghedin (batteria e campioni).
L’album “Dalla parte del torto”, curato da Marco Tagliola (Baustelle, Vinicio Capossela, Mauro Ermanno Giovanardi), è prodotto da Giovanni Ferrario (P.J. Harvey, John Parish, Morgan, Luci della Centrale Elettrica).

Dopo aver pubblicato quattro dischi di studio e un doppio disco live con gli Estra, gruppo che a partire dagli anni 90 raccoglie largo consenso di pubblico e di critica, nel 2003 Giulio Casale incide “Sullo Zero”, documento dal vivo di una serie di concerti-reading tratti da un suo libro di poesie, che segna l’inizio di una nuova fase artistica . Il 13 maggio 2005 viene pubblicato un album in studio, “In fondo al blu”, su etichetta Artes Records/Mescal, che fa da base ad uno spettacolo di teatro-canzone denominato “Illusi d’esistenza”, con la regia di Roberto Citran. Nell’autunno del 2006 riporta in scena a Milano un testo di Giorgio Gaber e Sandro Luporini, rappresentato nella stagione teatrale 1978/1979, “Polli di Allevamento”: la più provocatoria delle pièces gaberiane, con la quale Giulio sarà in turneè per oltre due anni e verrà premiato per l’interpretazione col Premio Enriquez Speciale Attore del 2007. Sempre nel 2007 viene pubblicato “Dark Angel, i testi di Jeff Buckley”, che Giulio Casale scrive in collaborazione con Luca Moccafighe. Nel 2008 è la volta di “Formidabili quegli anni”: nel corso del quale Giulio Casale alterna alla prosa i momenti musicali-cantati. Nell’autunno del 2008 Giulio Casale debutta come narratore, con un volume di racconti intitolato “Intanto corro”(Garzanti ed.) che vince come opera prima il Premio Letterario Frignano ed è finalista in altre tre occasioni. Dal libro scaturisce uno spettacolo estivo omonimo: reading e teatro-canzone al tempo stesso. Dopo la partecipazione a Che tempo che fa, il 16 novembre 2009 Giulio Casale debutta allo Strehler-Piccolo Teatro di Milano con lo spettacolo “La Canzone di Nanda”, dedicato a Fernanda Pivano, amica di Casale, per la regia di Gabriele Vacis. Già nel 2010 ha luogo la prima di un nuovo spettacolo, “The Beat Goes On”. È l’ideale prosecuzione della “Canzone di Nanda”, un lungo medley di canzoni e poesie, fino ad arrivare ai brani più melodici di Casale e degli Estra. Durante le festività di Natale 2010 riemergono in pubblico le sue doti di cantautore puro: una nuova canzone dal titolo “La mia realtà” fa da colonna sonora e titoli di coda al film campione d’incassi “La banda dei babbi natale”, con Aldo Giovanni e Giacomo.

Commenti

Commenti

About Redazione

Redazione
Classe 1980, da sempre amante della buona Musica, musicalmente è cresciuto ascoltando il Rock italiano prima (galeotti furono i Litfiba) e il Dark/Gothic Metal dopo, per finire all'Indie e al Rock classico. Animo ribelle e Rock, si “droga” di Musica e non rifiuta mai una birra. È possibile contattarlo a questo indirizzo email: nino@we-rock.info

Lascia un commento