Jon Lord: il saluto del mondo della musica

Il mondo della musica rende il suo omaggio a JON LORD.
Ecco i commenti degli artisti alla dipartita del famoso tastierista:

Graham Bonnet (RAINBOW, MICHAEL SCHENKER GROUP, ALCATRAZZ, IMPELLITTERI): “È con grande sconvolgimento e profonda tristezza che accolgo la notizia della perdita di un caro amico e un grande musicista, Jon Lord. Ci hai portato divertimento, risate, sciocchezze e leggerezza con il tuo senso dell’umorismo, in tutto quello in cui hai lavorato, hai cambiato il mondo del rock con la tua visione unica. Mando il mio amore, i miei pensieri e la mia partecipazione alla sua famiglia. Dio ti benedica, Jon. Sarai sempre nei nostri cuori.

Tracii Guns (L.A. GUNS): “Wow, non posso credere che Jon Lord sia morto. Il suo modo di suonare l’organo ha creato gli standard con cui ogni rock band con l’organo deve confrontarsi. Una vera leggenda e una vera star. RIP, Jon!”

Damon Johnson (THIN LIZZY, ALICE COOPER, BROTHER CANE): “Amore e rispetto per il leggendario Jon Lord. Condoglianze alla famiglia. Il suo segno nella musica contemporanea è profondo e permanente. R.I.P.

Joe Bonamassa (BLACK COUNTRY COMMUNION): “Sono profondamente rattristato dalla notizia del decesso di Jon Lord. Era una delle persone più piacevoli e di talento che abbia mai incontrato. Riposa in pace“.

Adam Wakeman (OZZY OSBOURNE, HEADSPACE): “Notizie molto tristi sul grande Jon Lord. È stata una delle persone che più mi hanno influenzato e un idolo quando crescevo. RIP“.

Jordan Rudess (DREAM THEATER): “Sono molto triste per aver appreso del trapasso di Jon Lord. Era un’ispirazione per me!

Slash (VELVET REVOLVER, GUNS N’ ROSES): “È un giorno triste per il rock and roll; Jon Lord è morto. Uno dei più grandi, cattivi, pesanti suoni dell’heavy metal. Unico.

Peter Baltes (ACCEPT): “Proprio come Ronnie James Dio era un maestro del canto, Jon Lord era il re dell’organo Hammond“.

David Coverdale (DEEP PURPLE, WHITESNAKE): “Conoscerlo e lavorare con lui è stato un piacere e una gioia assoluta. Già ci manca“.

Geezer Butler (BLACK SABBATH): “È stato molto triste sentire che Jon è morto dopo la sua battaglia contro il demone del cancro. È stato uno dei più grandi musicisti della mia generazione. Tony Iommi ci ha lavorato insieme recentemente e mi raccontava di quanto era amabile. L’ho incontrato in qualche occasione, ma non ho mai lavorato con lui.”

Commenti

Commenti

About Redazione

Redazione
Classe 1980, da sempre amante della buona Musica, musicalmente è cresciuto ascoltando il Rock italiano prima (galeotti furono i Litfiba) e il Dark/Gothic Metal dopo, per finire all'Indie e al Rock classico. Animo ribelle e Rock, si “droga” di Musica e non rifiuta mai una birra. È possibile contattarlo a questo indirizzo email: nino@we-rock.info

Lascia un commento