Red Hot Chili Peppers: Flea parla del playback dell’esibizione al SuperBowl

In un lungo messaggio ai fan, Flea ha parlato della discussa esibizione – con gli strumenti in playback e la sola voce di Anthony Kiedis dal vivo – dei Red Hot Chili Peppers in occasione dell’ultimo SuperBowl.
Queste le parole del bassista:

“Quando ci è stato chiesto dalla NFL e da Bruno Mars di suonare al Super Bowl la nostra ‘Give It Away’, ci è stato subito detto che basso, batteria e chitarra sarebbero dovuti essere pre-registrati. Riesco a capire anche la richiesta: c’era davvero pochissimo tempo per preparare il palco. Eravamo molto confusi, non sapevamo se accettare o meno, ma alla fine abbiamo deciso di farlo lo stesso. Era una di quelle occasioni pazzesche che ti capitano una sola volta nella vita. Volevamo solo divertirci a farla. Ho incontrato Bruno, che è un musicista pieno di talento, e abbiamo inciso il brano per l’occasione, suonando come matti, nello spirito delle versioni dal vivo degli ultimi anni. Per l’esibizione vera e propria, Josh, Chad e io suonavamo mimando sulla traccia registrata, per cui non abbiamo nemmeno collegato i nostri strumenti. Se li avessimo collegati, nessuno si sarebbe scandalizzato, e non saremmo qui a discuterne. Ma abbiamo pensato che sarebbe stato meglio non fingere, che era la cosa più onesta da fare. Era come un video musicale davanti a milioni di persone.”

Commenti

Commenti

About Redazione

Redazione
Classe 1980, da sempre amante della buona Musica, musicalmente è cresciuto ascoltando il Rock italiano prima (galeotti furono i Litfiba) e il Dark/Gothic Metal dopo, per finire all'Indie e al Rock classico. Animo ribelle e Rock, si “droga” di Musica e non rifiuta mai una birra. È possibile contattarlo a questo indirizzo email: nino@we-rock.info