Scott Weiland: trovata cocaina sul tour bus, arrestato il bassista

Si tinge di giallo la morte di Scott Weiland, trovato morto nella sera di giovedì all’interno del tour bus condiviso con la sua band attuale, i The Wildabouts.
Le indagini della polizia locale hanno rinvenuto nella cuccetta in cui Weiland è stato trovato morto una piccola quantità di cocaina. Lo stesso anche negli spazi occupati dal bassista della band, Tommy Black.
In conseguenza di questo ritrovamento, Black è stato arrestato per possesso di sostanze stupefacenti.
La polizia locale che sta ancora proseguendo le indagini, per cui ci possiamo aspettare altri sviluppi sulla vicenda.
La notizia del ritrovamento di sostanze stupefacenti sul tour bus arriva in simultanea a una dichiarazione rilasciata dalla moglie di Weiland, Jamie, secondo la quale il marito non stava più assumendo droga da diversi anni, e che, all’interno della band stessa, esisteva un ‘patto’ in base al quale nessun membro dei The Wildabouts avrebbe assunto droghe.

Commenti

Commenti

About Redazione

Redazione
Classe 1980, da sempre amante della buona Musica, musicalmente è cresciuto ascoltando il Rock italiano prima (galeotti furono i Litfiba) e il Dark/Gothic Metal dopo, per finire all'Indie e al Rock classico. Animo ribelle e Rock, si “droga” di Musica e non rifiuta mai una birra. È possibile contattarlo a questo indirizzo email: nino@we-rock.info