Home / Approfondimenti / Ascoltare musica Rock alla guida è pericoloso!

Ascoltare musica Rock alla guida è pericoloso!

Non c’è pace per la musica Rock!
Dopo decenni di accuse di satanismo, la musica Rock adesso viene accusata di essere, addirittura, poco sicura durante la guida delle automobili.

Un nuovo studio suggerisce che la musica rock può essere sia la più sicura da ascoltare durante la guida ma allo stesso tempo anche la più pericolosa, a seconda della canzone che si ascolta.

MENTRE GUIDI, ASCOLTA I LED ZEPPELIN E NON I GREEN DAY!

La South Chine University of Technology ha svolto una ricerca sugli effetti dell’ascolto musicale durante la guida. Lo studio è stato condotto attraverso l’utilizzo di un simulatore di guida su un’autostrada virtuale e la riproduzione di brani musicali dal pop all’hard rock.

In un’ora di esperimento su una strada a sei corsie, quello che ha influito maggiormente era la ‘velocità’ delle canzoni.
Secondo gli scienziati, infatti, ascoltare una canzone dal ritmo incalzante ha spinto i soggetti ad accelerare almeno di 8 km/h, arrivando fino a 16 km/h nel peggiore dei casi.
Oltre a questo dato, a causa dell’ascolto di musica ad alto volume è aumentata la frequenza di azioni azzardate: i cambi di corsia, che nella media erano 70 all’ora, sono raddoppiati alla presenza di brani rock.

Delle 10 canzoni testate dalla South China University of Technology, “American Idiot” dei Green Day è risultata essere la più pericolosa, mentre “Stairway to Heaven” dei Led Zeppelin è la più sicura.

La seconda e la terza canzone più pericolosa testate sono state rispettivamente “Party in the USA” di Miley Cyrus e “Mr. Brightside “. “Under the Bridge” dei Red Hot Chili Peppers e “God’s Plan” di Drake sono stati il ​​secondo e il terzo brano più sicuro, secondo lo studio.

I dati raccolti riguardano soprattutto i BPM (beats per minute), ossia quante volte in un minuto un brano ci fa battere le mani. Più una questione di velocità e di volume, dunque, che non di genere.

Il livello di eccitazione percepito, il carico di lavoro mentale, la deviazione standard della velocità e frequenza di attraversamento della corsia, erano più alti quando si guida sotto l’influenza della musica rock rispetto a quello quando si guida sotto l’influenza della musica leggera o di un’assenza di musica – si legge nello studio –. Inoltre, i conducenti definiti “calmi” avevano generalmente livelli di eccitazione più bassi e i conducenti irritabili avevano un carico di lavoro mentale maggiore ed erano probabilmente più distratti dall’ascolto della musica.

Quindi, in conclusione, prima di mettersi alla guida è bene fare una playlist di rock ballad!

Commenti

Commenti

About Redazione

Redazione
Classe 1980, da sempre amante della buona Musica, musicalmente è cresciuto da autodidatta impazzendo per il Rock italiano prima (galeotti furono i Litfiba) e il Dark/Gothic Metal dopo, per finire all'Indie e al Rock classico. Sotto la scorza da bravo ragazzo nasconde un animo ribelle e Rock. Si “droga” di Musica e non rifiuta mai una birra. È possibile contattarlo a questo indirizzo email: nino@we-rock.info